Project Description

(Chocolate Chip Cookies)

“Un biscotto tira l’altro” …questa la scritta serigrafata sulla biscottiera che mi ha regalato la mia amica Simona per Natale e che ancora non avevo rinnovato.

Il caso ha voluto che ieri sono rimasta senza biscotti (cosa più unica che rara in casa di BarbaGina).

Dovevo subito rimediare ed era giunto il momento di riempire la mia nuova biscottiera.

Serviva però qualcosa di goloso, non fosse altro che per rendere merito alla frase impressa sopra!

E allora, un po’ “per la biscottiera”, un po’ perché avevo voglia di cioccolato … mi sono tornati alla memoria questi biscotti, che definire ”golosi” è a dir poco riduttivo.

I Cookies sono i tipici biscotti americani (“Chocolate Chip Cookies”) ricchi di gocce di cioccolato, molto friabili, croccanti fuori e più morbidi dentro.

Incredibile, ma vero, anche questa ricetta è frutto di un “errore”.

Pare, infatti, che negli anni ’30 la proprietaria dell’albergo “Toll House Inn”, certa Mrs Ruth, un giorno, mentre preparava i biscotti per i suoi ospiti, si accorse di aver terminato il cacao in polvere. 

Decise allora di tagliare del cioccolato in piccoli pezzi, pensando che in cottura si sarebbe sciolto.

Una volta sfornati, però, il cioccolato era rimasto intatto, ma la sorpresa non fu tanto quella, quanto il fatto che i suoi ospiti se ne innamorarono.

Sono perfetti per la colazione, per iniziare bene la giornata, ma vanno benissimo anche per uno spuntino pomeridiano…come sto facendo io in questo momento, accompagnandoli con una fumante tazza di the.

Ingredienti:

250 g di farina 00, 150 g di gocce di cioccolato,130 g di burro, 100 g di zucchero semolato, 80 g di zucchero moscovado, 1 uovo, 1 cucchiaino di bicarbonato, mezzo cucchiaino di essenza di vaniglia, un pizzico di sale.

Procedimento:

Iniziate facendo ammorbidire il burro nel microonde (dovrete ottenere una consistenza a pomata).

Se non avete il forno a microonde, fate sciogliere il burro a bagnomaria e poi lasciatelo raffreddare.

Una volta raffreddato, versatelo nella ciotola della planetaria, unite i due zuccheri e iniziate a mescolare con la frusta a foglia (se non avete la planetaria, vanno benissimo le fruste elettriche) e fate amalgamare.

Aggiungete l’uovo e montate bene.

Unite la farina, il bicarbonato ed il sale e continuate a mescolare finchè la polveri non saranno completamente incorporate.

Versateci ora le gocce di cioccolato (potete anche aumentare la dose e metterne 200 g se li volete più cioccolatosi) e amalgamatele al composto con una spatola.

Formate una palla, schiacciatela, avvolgetela nella pellicola e riponetela in frigo per un paio d’ore o, meglio, per una notte intera (io in genere li preparo la sera e li cuocio la mattina dopo).

Preriscaldate il forno statico a 175°C.

Togliete il composto dal frigo, formate delle palline della dimensione di una noce e disponetele ben distanziate su una teglia rivestita di carta da forno.

Se il composto è ben freddo potete infornate subito per 15 minuti circa (mi raccomando, non appiattite le palline, lo faranno da sole cuocendosi).

Se, invece, sentite che le palline sono morbide, prima di infornarle, passatele un po’ in frigo, finchè non si saranno di nuovo indurite.

Se preparate l’impasto la sera e li cuocete la mattina successiva vedrete che il passaggio in frigo non servirà.

Una volta infornata la prima teglia, continuate a preparare tutte le palline, adagiartele in un piatto e riponetele in frigo finchè non dovrete infornare la seconda teglia e così via.

Una volta sfornati lasciateli raffreddare su una griglia da raffreddamento.

Si conservano bene per diversi giorni in un contenitore a chiusura ermetica.

Il consiglio di BarbaGina:

Se vi piace il contrasto dolce-salato, potete cospargere le palline – prima di infornarle – con dei 1

Òl  fiocchi di fior di sale.