Project Description

Tra i dolci più famosi della tradizione toscana la torta della nonna, pur nella sua semplicità, è un dolce che difficilmente non conquista i palati.

E’ un classico della nostra pasticceria, uno di quei dolci che non stancano e che non passa mai di moda.

Un goloso strato di crema pasticcera racchiuso tra due strati di frolla morbida, ricoperta di pinoli e zucchero a velo…una vera delizia!

Se poi la crema pasticciera cede il posto ad una crema al cioccolato…la torta non sarà più della nonna, ma del nonno.

Io spesso, anziché farne una grande, ne faccio due più piccole: una alla crema e una al cioccolato (basterà solo sciogliere qualche quadretto di cioccolato fondente nella crema pasticcera ancora calda). Per distinguerle spolvero di zucchero a velo la torta della nonna e di cacao amaro la torta del nonno.

Qui di seguito la ricetta della torta della nonna custodita nel ricettario di mia mamma, quella che io ho sempre mangiato e che ogni volta mi regala bei ricordi. 

Lei molto spesso la preparava con la sua amica Giuliana, con la quale condivideva ricette, bche non di rado preparavano anche insieme.

Ingredienti:

Per la pasta frolla morbida:

300 g di farina, 150 g di zucchero, 100 g di burro morbido, 2 uova intere, 1 cucchiaino colmo di lievito per dolci, un pizzico di bicarbonato (nella ricetta di mamma non ci sono, ma a piacere potete aggiungere scorza di limone, vaniglia e un pizzico di sale).

Per la crema pasticcera:

3 cucchiai di farina, 3 cucchiai colmi di zucchero, 2 tuorli, 1/2 litro di latte, una scorza di limone.

Procedimento:

Si inizia preparando la frolla:

Montate il burro morbido con lo zucchero (se volete aggiungere gli aromi, unite ora un pizzico di  vaniglia e la scorza di limone); una volta ottenuto un composto spumoso, aggiungete le uova (uno alla volta).

Unite ora la farina, il lievito, il bicarbonato e un pizzico di sale.

Amalgamate il tutto, ricavatene una palla (se occorre aiutatevi con un po’ di farina), schiacciatela, avvolgetela nella pellicola e lasciatela riposare in frigo per un’oretta.

A questo punto preparate la crema pasticcera:

In un pentolino mettete a scaldare il latte con una scorza di limone (che poi toglierete) e spengete non appena inizierà a bollire.

A parte, in una ciotola, lavorate con una frusta i tuorli con lo zucchero, fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. 

Unite ora la farina e mescolate, aggiungendo un goccio del latte che avete messo a scaldare per aiutarvi a girare.

Sempre mescolando, versate il latte. 

Tornate sul fuoco (non troppo alto) e continuate a girare finchè la crema non si sarà addensata.

Toglietela dal fuoco, versatela in una ciotola pulita e coprite con della pellicola a contatto.

Ora è il momento di assemblare la torta:

Ricoprite il fondo di una teglia da 28 cm con un disco di carta da forno,  imburrate e infarinate i bordi.

Stendete un po’ più della metà della frolla (dovrete ottenere un’altezza di circa 4 mm) e rivestiteci la teglia.

Bucherellate il fondo e versateci la crema.

Stendete la frolla rimasta, ricavatene un disco (anche questo dell’altezza di circa 4 mm) e ponetelo sulla torta, a coprire la crema.

Sigillate bene i bordi, cospargete la superficie con i pinoli e infornate in forno statico preriscaldato a 180° per circa 30 minuti.

La torta sarà pronta per essere sfornata quando sarà dorata in superficie.

Una volta sfornata, è importante che la lasciate raffreddare un po’ prima di sformarla, ma ancor più prima di mangiarla….per questo dovrete aspettare che sia ben fredda.

Solo quando si sarà ben raffreddata, cospargetela di zucchero a velo e allora si… la vostra torta della nonna sarà pronta per essere gustata!

La torta si conserva in frigo per un paio di giorni.

Il consiglio di BarbaGina: se non usate una teglia con un fondo amovibile o a cerniera (in questo caso se non è di bordi bassi sarà più difficile però stendere il primo strato di frolla), ma utilizzateuna normale teglia, per estrarla, una volta cotta e raffreddata, o la rigirate aiutandovi con un piatto o provate questo trucchetto.

Prima di stendere il primo strato di frolla, tagliate due strisce di carta da forno larghe circa 5 cm e lunghe 10-12 cm più del diametro della tortiera. Disponeteli a croce sul fondo della teglia (sopra il disco di carta da forno) e stendeteci sopra il primo strato di frolla. 

In questo modo, quando dovrete estrarre la torta dalla tortiera, basterà sollevare i lembi delle due strisce che fuoriescono dalla teglia.